Possiamo difendere la nostra casa dal caldo afoso?

 

L’estate è nel suo pieno vigore con afa temperature da record, ci troviamo davanti ad un caldo a volte insopportabile.  Per riuscire a trovare sollievo sembra esserci solo l’aria condizionata e così parte la corsa a comprare condizionatori e climatizzatori ormai a prezzi accessibili a tutti.  Gli impianti per l’aria condizionata per refrigerare l’interno di abitazioni o di automobili consumano un enorme quantitativo di energia, e oltre ad essere un bel costo per le nostre tasche, aumentando la produzione di gas serra, che a loro volta surriscaldano l’atmosfera. Possiamo allora rendere le nostre case gradevoli senza accendere condizionatori o climatizzatori?

Forse con il caldo di questo periodo non sarà facile ma  vi diamo qualche consiglio per utilizzarli il meno possibile e  con qualche accortezza.

1)    Utilizziate  un  ventilatore da soffitto  che può rappresentare un buon investimento. Può abbassare la temperatura di una camera di 6 o 7 gradi, e inciderà sulla tua bolletta meno di 8 euro al mese se lo tieni acceso anche 12 ore al giorno. I ventilatori da soffitto sono la scelta migliore, ma anche un buon ventilatore portatile può essere molto efficace. In questo caso, per ottimizzarne il rendimento,  potete  azionarlo  accanto a bottiglie piene di ghiaccio. Piccoli movimenti dell’aria possono abbassare la temperatura di una camera di 3-4 gradi.

2)  Spegnete  gli elettrodomestici Controllate  che il computer, il televisore e tutti gli apparecchi elettronici non essenziali siano sempre spenti e scollegati nelle ore notturne. Non solo perché questo comporta un grande risparmio energetico ma soprattutto per ridurre il calore sprigionato da questi apparecchi quando lavorano., ricordiamoci che anche quando sono in  standby rilasciano ugualmente il calore.

3)   Tenete  abbassate le tapparelle vi permetterà di ritrovare la casa più fresca al ritorno dopo una giornata di lavoro, Riapriamole  solo quando il sole comincia a calare e lasciamole  spalancate fino a quando non andremo a dormire.

4)  Se avete un giardino o una bella terrazza  realizzate una barriera verde piantando alberi e rampicanti di fronte alla facciata sud o ovest dell’abitazione. Ad esempio, anche solo tre alberi piantati nella maniera corretta attorno alla casa, possono farti risparmiare sulle spese per il riscaldamento e l’aria condizionata, una somma compresa tra 60 e 150 euro all’anno. La temperatura dell’aria è 3-6 gradi inferiore nei quartieri ricchi di alberi. Se il solaio lo consente, progettate  una copertura a verde pensile

5)  Per le finestre è meglio usare tende di colore bianco o comunque chiare, in modo che non attraggano la luce solare.

6)   Create delle  “gallerie del vento casalingo”: aprendo  le finestre nelle ore serali, in modo tale da creare correnti d’aria fra una stanza e l’altra. Se l’esposizione della casa non lo consente, potete creare artificialmente flussi d’aria con un ventilatore.

7)    Cercate  di evitare attività che producono calore, come cucinare usando il forno, nei giorni più caldi o durante le ore più calde della giornata. Quando bisogna farlo ricordatevi di  utilizzare l’aspiratore per far uscire l’aria calda dalla casa.

8)   Accendete la luce il meno possibile, anche perché, oltre a risparmiare sull’energia elettrica, le lunghe giornate estive vi doneranno una luce solare praticamente naturale.

9) I ventilatori consumano 17 volte in meno di energia in confronto ai condizionatori, potete acquistarne più di uno e posizionarlo nelle zone dove preferite

10)  A tutti quelli che non rinunceranno ai condizionatori consigliamo di utilizzare l’impianto solo nelle ore più calde e spegnetelo se uscite di casa. Ricordatevi di chiudere le finestre, per mantenere il fresco in casa, e non impostatelo a più di 6 gradi al di sotto della temperatura esterna (la temperatura ideale in casa, secondo il Ministero della Salute, è di 24-25 °C, anche se si usa il condizionatore).

A.R.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *