Il mattone è ancora un buon investimento ?

Il mattone rimane ancora un buon investimento o ce ne sono altri più validi ? E’ dura lasciarci alle spalle anni difficili, la crisi economica è stata veramente pesante come possono tutelarsi i piccoli risparmiatori? Di solito, il profilo di rischio del risparmiatore di piccole dimensioni è  basso ma molti si chiedono  vale la pena evitare investire negli immobili  o pensare ad un altro tipo investimento?

La situazione attuale

Il quantitative easing varato dalla BCE ha fatto calare tutti i rendimenti degli strumenti considerati “sicuri” dai risparmiatori. Era un fatto quasi inevitabile: l’aumento del denaro in circolazione rende meno appetibile quello offerto dai risparmiatori e le banche, di conseguenza, remunerano molto meno chi gli presta i soldi. Abbiamo visto un generale calo dei tassi d’interesse offerti da conti correnti, conti deposito e libretti di risparmio. Fino a qualche anno fa la situazione era sicuramente differente e, pertanto, era necessario puntualizzare questo  prima di illustrare nello specifico tutte le soluzioni possibili.

 

 Btp e Buoni Postali

Gli interessi sono molto bassi  anche a causa del QE della BCE.  Immettendo liquidità non si farà che rendere meno oneroso per gli istituti bancari e per gli Stati il lavoro per procurarsi liquidità. Saranno quindi  riconosciuti interessi più bassi. I BTP e i BFP sono forme di risparmio molto note: sicure perché garantite dallo Stato Italiano. Hanno  rendimenti molto bassi ma la loro  tassazione è agevolata (12,50%), e questo  può favorirli  rispetto ad altre forme di investimento del risparmio apparentemente più remunerative.

Conti correnti e conti deposito

Ci troviamo spesso di fronte a forme di deposito o conti correnti interessanti, bisogna stare attenti  alla tassazione che  è salita al 26%.  L’ imposta di bollo dovuta in misura fissa sui conti correnti con giacenze superiori a 5 mila euro è di (34,20 euro) e percentuale (0,2%) sui  conti depositi.

Obbligazioni

L’investimento obbligazionario  di solito è  ritenuto “sicuro” anche se non sempre lo è. Si differenzia  da quello sulle  azioni, perché non si diventa soci di una società ma semplicemente la si finanzia in cambio di un interesse. Più alto è  l’interesse, di solito, maggiori sono i rischi e più basso è il rating.

Azioni

Visto la situazione dopo l’intervento della Bce, l’investimento nelle borse sembra una valida alternativa. Bisogna però servirsi di un buon promotore finanziario, sono in molti, ad esempio, a credere che per avere successo sui mercati finanziari sia sufficiente aver letto qualche guida online ed aver aperto un conto di trading per guadagnare soldi a più non posso. Queste persone, spesso, finiscono con il rinunciare dopo aver perso tutti i propri soldi o quasi

Mattone

L’investimento  nel mattone è sempre stato uno dei modo migliori per investire i propri risparmi in una forma che assicurasse una rivalutazione ottimale per difendersi dall’inflazione. C’è stata però la crisi della casa che è durata 7 anni, con le tasse che si sono abbattute sul mattone. I   prezzi degli immobili sono calati anche del 30%  anche se la ripresa sembra solida Per chi vuole comprare un immobile questo è un ottimo momento,  prima che i prezzi tornino a salire

Conclusioni

Nessuno può dire qual è il miglior investimento  ma si possono dare consigli: considerando l’incertezza di questi tempi, dipende da molte variabili personali Noi volevamo semplicemente darvi una panoramica dei vari strumenti che vi sono sul mercato oltre quello del mattone di cui noi ci occupiamo. In uno dei nostri prossimi post “sfideremo” uno dei direttori del gruppo immobiliare Lloyd a provare che il settore immobiliari  è ancora uno dei primi investimenti sul mercato.

A.R.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *