E’ meglio comprare o affittare una casa ?

E’ meglio comprare o affittare una casa ?

lo abbiamo chiesto a Juan Carlos Gallo e Davide Morelli  direttore del settore immobili residenziali il primo  e responsabile del settore vendite e affitti residenziali il secondo, del gruppo immobiliare LLoyd . Juan Carlos ci risponde per il settore della  compravendita mentre Davide per il ramo degli affitti.

E’ più vantaggioso nel momento attuale comprare o affittare un immobile?

Davide –I vantaggi che abbiamo nel contratto di locazione sono diversi, le cifre da esborsare sono basse non ci sono tasse da pagare  per gli immobili. Le agevolazioni fiscali sono notevoli  sia per i contratti in cedolare secca che per quelli concordati, nel caso che l’appartamento non  sia di vostro gradimento potete dare disdetta e cambiarlo in qualsiasi momento e questo quando ci sono alcune esigenze personali o lavorative è estremamente importante

Juan Carlos –Questo momento è ottimo per l’acquisto di una casa   i prezzi sono molto contenuti e c’è un’ampia offerta sul mercato, inoltre i mutui sono offerti a tassi conveniente cosa che non sappiano per quanto tempo durerà,

Quali sono gli svantaggi  più evidenti ?

Davide – Lo svantaggio più evidente è quello di versare  dei canoni e di non ottenere la proprietà dell’immobile.

Juan Carlos – Comprare una casa comporta il versamento di alcune spese, tra queste ricordiamo le spese notarili, quelle dell’agenzia immobiliare  imposta di registro/ Iva.

Quali sono i tempi che impieghiamo dal momento che decidiamo di comprare o affittare fino alla conclusione dell’affare?

Davide – Per gli affitti abbiamo tempistiche veloci, dipende spesso dalla tipologia dell’immobile che cerchiamo ma possono oscillare dalle 4 alle 6 settimane.

Juan Carlos – Per gli acquisti di una casa i tempi possono variare dai 3 ai 8 mesi, ma ci sono dei casi in cui si riduce ad un mese e in altri che va oltre l’anno. Cosa determina questa differenza? Dipende anzitutto se il cliente sa cosa vuole comprare, se deve vendere oppure richiedere un finanziamento e molte altre cose. Quando vengono in agenzia da noi cerchiamo di comprendere dal primo incontro quale sono le loro esigenze e  se queste sono compatibili con le loro reali possibilità d’acquisto. Inoltre un mercato come quello di adesso con offerta così ampia spesso mette in confusione l’acquirente invece di facilitarlo nella scelta.

Quando si dice con l’importo che paghi di affitto potresti impiegarlo per un mutuo e avere poi una proprietà, secondo voi è giusto ?

Davide – I canoni versati non sono certo ne’ rimborsabili né servono per comprare la casa, ma devono essere visti come impiegati per il godimento di un bene che spesso in un dato momento della vita non può essere visto come l’unico investimento possibile.

Juan Carlos – Gli italiani per mentalità vedono il bene della casa come primario e preferiscono sacrificare parte dei lori risparmi nell’acquisto di un immobile piuttosto che vederli persi nei canoni mensili di un affitto. E’ una scelta importante che va ponderata con attenzione.

Dobbiamo rivolgerci ad un agente immobiliare o possiamo fare da soli?

Davide – Chiederlo a noi non vale siamo di parte!. Può essere anche svolto senza il nostro intervento  ma sempre più spesso i proprietari  preferiscono affidare i loro immobili ad agenzie per evitare di trovarsi locatari che creano problemi o che non siano referenziati. Una consulenza di qualità si traduce in garanzie sia per chi vuole affittare il proprio immobile ma anche per chi lo sta cercando.

Juan Carlos- A meno che i clienti (sia compratori che venditori) siano persone del nostro settore o affini  per gli altri si apre un mondo pieno di interrogativi “ quale e’ il valore reale dell’immobile? Meglio un mutuo o un prestito? E tantissimi altri ancora, la consulenza di un professionista serio e qualificato è fondamentale, per seguire tutte  le fasi fino al momento del rogito.

Alla fine, secondo voi a chi consigliate l’affitto e a chi l’acquisto di un immobile ?

Davide-  Consiglio l’affitto di una casa per coloro che sono in una situazione transitoria (tipo devono spostarsi  per lavoro o per situazioni famigliari ) oppure non hanno risorse per impegnarsi in un acquisto o se queste ultime sono  limitate li obbligherebbero a comprare un immobile non gradito.

Juan Carlos Nonostante la crescita nel nostro Paese sia lenta e le imposte l’acquisto di un immobile è stato e rimane sempre un’ottima scelta anche come investimento. Non esiste una categoria che prevale, tutti coloro che decidono di andare a vivere per conto proprio che siano single o vogliano mettere su famiglia o  hanno allargato il .numero dei componenti della stessa, vedono con l’acquisto della casa un sogno che si realizza. La crisi che ha attanagliato il mercato immobiliare  ha portato ad una perdita di valore degli immobili , i prezzi prevediamo che rimarranno stabili nel medio periodo, questo fattore unito a quello dei tassi bassi per i mutui ci offre uno scenario favorevole per l’acquisto della casa.

A.R.

Caro venditore di casa, ti scrivo….

Caro venditore ti scrivo…

Questa  è la  lettera che ogni agente immobiliare vorrebbe scrivere  al  venditore di immobili.

Caro venditore

non è facile iniziare questa lettera ci sono tante cose che devo dirti, il nostro primo incontro spesso non è facile,tu sei quasi sempre sulla difensiva sia nel caso che ci hai contattato o che lo abbiamo fatto noi. Questo  è dovuto  a volte ad esperienze precedenti negative  e sicuramente hai le tue buone ragioni  non posso garantire per tutta la categoria . Mi guardi con attenzione mentre faccio il sopralluogo e valuto l’immobile e l’espressione che molte volte assumi è stranita, la tua casa vale molto di più,  il tuo vicino di casa 5 anni fa l’ha venduta per un importo più alto e la tua è molto più bella. Non servono le spiegazioni di quello che è il mercato adesso, la crisi che è durata  7 anni e l’abbattimento dei prezzi. Ci sono occasioni in cui ti  faccio notare che stai provando a vendere i tuo immobile da oltre un anno come  privato senza nessun risultato e  devi ammettere svogliatamente che sono stati momenti inutili con gente che aveva voglia solo di farti perdere tempo,  perché spesso le persone che si muovano da privati  lo fanno  per informarsi  e curiosare. Mi guardi con sospetto anche quando devo realizzare le foto per inserirle nel nostro sito, quello che devi comprendere è che il tuo immobile se vuoi che sia venduto deve apparire nel modo migliore possibile  e non devi di mettermi fretta  o non farmi trovare l’appartamento in completo ordine. Capisco la tua reticenza ma devi darmi una mano, abbiamo anche diversi strumenti per aiutarti  a rivalutare il tuo immobile per mostrarlo al meglio se mi darai l’occasione te ne potrò parlare. Ti capisco comunque mio caro venditore questa crisi sembra non finire mai e ha sballato tutti i parametri preesistenti  ma vorrei farti capire una cosa, il nostro interesse è quello di farti vendere la tua casa nel più breve tempo possibile e se ti facciamo una valutazione fuori mercato solo per farti contento rischiamo  di farti tenere il tuo immobile in vendita inutilmente.

A.R.

Il leasing immobiliare aiuta davvero a comprare casa?

La legge di Stabilità 2016 ha introdotto un’importante novità per chi intende acquistare casa, tra queste anche il leasing immobiliare che può essere utilizzato da chi non ha la liquidità immediata per farlo, né la possibilità di accendere un mutuo. Che cosa è esattamente il leasing immobiliare?  In sostanza la banca o un intermediario finanziario acquista un immobile o lo costruisce sulla base delle indicazioni e dei gusti dell’utilizzatore e lo mette a sua disposizione per un dato periodo di tempo, dietro pagamento di un corrispettivo. Alla scadenza del contratto di leasing, l’utilizzatore dell’immobile può riscattare la casa al prezzo stabilito o rinnovare il leasing per un altro periodo. I giovani fino a 35 anni con reddito fino a 55mila euro che stipulano un leasing finanziario potranno avere una detrazione del 19% fino al massimo di 8mila euro annui, Sulla rata finale ci sarò inoltre una detrazione pari al 19% per l’acquisto del bene ( l’importo non può essere superiore a 20 mila euro) Questi benefici si applicano anche ai soggetti over 35 ma sono dimezzati per importi e percentuali. Per coloro che acqusitano un immobile in leasing che non rientra nella categoria catastale A1, A8 e A9 m ( appartamenti di lusso e di pregio ) e sia addebito a prima casa, verrò applicata un imposta di registro ridotta all’ 1,5%. In caso di difficoltà finanziaria la rata può essere sospesa una sola volta e massimo per un anno.

Abbiamo chiesto a Juan Carlos Gallo direttore del settore immobili residenziali del Gruppo immobiliare Lloyd cosa ne pensa del leasing immobiliare e se lo consiglierà ai suoi clienti.

Io non credo che sia un ottimo strumento per acquistare un immobile, soprattutto per un privato, perchè la durata del leasing è più breve di quella del mutuo e gli interessi e le rate sono maggiori. Inoltre se una persona è in difficoltà e si trova a sospendere più di una volta il leasing, perde l’immobile, perchè quest’ultimo è di proprietà della banca o dell’ente erogatore fino al versamento dell’ultima rata. Visto che le agevolazioni sono rivolte ai giovani over 35 questi devono avere redditi alti per sostenere il canone del leasing e la sicurezza di non trovarsi in nessuna difficoltà economica perchè rischiano di perdere la casa.

i lati negativi di questo strumento finanziario per me superano quelli positivi soprattutto ora che i tassi sono vantaggiosi e vengono erogati dei mutui in alcuni casi, fino al 100 % del valore. Se il probabile acquirente non ha i requisiti per avere un mutuo, difficilmente potrà accedere ad un leasing, per cui credo che la miglior cosa sia comprare con il mutuo e nel caso in cui questo non è possibile, prendere una casa in affitto.

AR.