più case e meno tasse tu sai come risparmiare?

 

L’abolizione della Tasi sull’abitazione principale è il provvedimento che ha colpito tutti ma non è l’unico che interessa il settore degli immobili. La legge di Stabilità 2016, entrata in vigore lo scorso primo gennaio, contiene molte novità fiscali, alcune sono pensate espressamente per i giovani (bonus mobili e leasing per la prima casa ) ma riguardano tutti (abolizione Tasi, bonus sullle case in comodato, sconti sugli affitti). L’obiettivo dei nostri governanti non è solo quello di rilanciare il mercato immobiliare e delle imprese edili, ma anche di garantire risparmi significativi ai contribuenti per incoraggiare i consumi interni.
Vi elenchiamo le principali innovazioni dalla manovra sia per quanto riguarda le tasse che le agevolazioni fiscali sulla casa.

TASI – IMU

L’approvazione della legge di Stabilità 2016 ha sancito l’esenzione sulla prima casa, sui terreni agricoli e sugli imbullonati. Rimane invece l’Imu sulle prime case di lusso (categorie catastali A-1, A-9 e A9) Ha poi determinato la completa assimilazione all’abitazione principale della casa assegnata al coniuge separato: Per le case date in comodato d’uso dai genitori ai figli è precisato uno sconto del 50% applicabile però anche nel caso in cui il comodante possieda un altro immobile adibito ad abitazione principale nello stesso Comune.

 

SCONTO SUGLI AFFITTI A CANONE CONCORDATO

Per le case affittate a canone concordato è previsto uno sconto del 25% su Imu e Tasi.

BONUS RISTRUTTURAZIONI e ECO BONUS

Per i contribuenti sarà possibile anche nel 2016 usufruire degli sconti sulle spese per le ristrutturazioni e per gli interventi sul risparmio energetico, rispettivamente al 50 e al 65%. Gli sconti maggiorati, dunque, sono stati prolungati per un altro anno.

BONUS MOBILI

Il l bonus mobili riguarda mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile che viene ristrutturato. Anche in questo caso la detrazione Irpef è del 50%, con limite di spesa di 10mila euro per singola unità immobiliare. La detrazione massima, perciò, è di 5mila euro. E’ inoltre prevista l’estensione alle coppie under 35, svincolato dalla ristrutturazione, ma legato all’acquisto della prima casa, con tetto di spesa a 16mila euro

 

LEASING PER L’ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

Per quei soggetti che acquistano la prima casa mediante il leasing è possibile beneficiare della detrazione al 19% del canone di locazione finanziaria, sino a raggiungere un tetto massimo pari a 8mila euro, nonché sul prezzo di riscatto, sino a un tetto massimo di 20mila euro.

Il beneficio spetta ai giovani sotto i 35 anni che hanno un reddito che non supera i 55mila euro.

BONUS PRIMA CASA

Si tratta dell’ormai nota agevolazione per l’acquisto della prima casa data dal pagamento dell’IVA, sempre per chi compra da costruttore, al 4% o dell’imposta di registro al 2%, per chi invece compra da privati.

Con l’emendamento introdotto nella legge di Stabilità per il 2016 possono acquistare casa usufruendo del bonus anche quei soggetti che hanno già un altro immobile comprato con la medesima tipologia di agevolazione, purché provvedano a venderlo entro 1 anno dal momento del rogito notarile.

Se, siete interessati all’acquisto di un immobile Vi consigliamo di visitare il sito del Gruppo Immobiliare LLoyd  e di  consultare gli agenti del Gruppo Llotd per avere maggiori informazioni sulle detrazioni esistenti.

A.R. 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *